Caldes

Caldes è uno dei principali comuni della Val di Sole, a circa 700 metri di altitudine, ad est della Valle.
Fanno parte del comune di Caldes le frazioni di Samoclevo, San Giacomo, Cassana, Tozzaga, Bordiana e Bozzana.
Il nome del Paese “Caldes” deriverebbe dalla antica presenza di una sorgente d’acqua calda, oggi purtroppo non più esistenti, e già nel 1200 veniva citato come Caldis o Caldesio.

Cosa vedere a Caldes

Castel Caldes

Questo castello venne costruito intorno al 1230, anno in cui il Vescovo Gerardo concesse ad Arnoldo di Cagnò, di iniziare la costruzione di una “domus murata” nella città di Caldes.
Nel 1464 il castello venne ceduto alla famiglia Thun, che effettuò alcuni importanti lavori di restauro. Passò poi nel 1880 ad un’altra importante famiglia trentina, per poi divenire proprietà della Provincia Autonoma di Trento.
Secondo la leggenda un tempo nel castello viveva la bella Olinda, figlia i Rodemondo, innamorata del menestrello di corte, Arunte. Il padre per contrastare questo amore fece rinchiudere la figlia nella prigione del castello, dove lei si lasciò morire. Gli affreschi che decorano questa stanza sarebbero stati dipinti dalla stessa Olinda.
L’interno del castello è meraviglioso, tra soffitti a volte, rivestimenti in legno e colorati affreschi. Al piano terra si trova un grande ambiente con pavimento in ciottoli, sulla destra, scendendo alcuni gradini, si raggiunge la Sala della Colonna, che fa parte della struttura duecentesca del castello, sulla sinistra invece si sale verso le Cucine e la Sala del Dazio. Degne di nota anche la Stanza del Conte e il Salone da Ballo.
All’esterno del castello si trova la Cappella della Natività di Maria, realizzata nel corso del XVI secolo e decorata dagli affreschi realizzati dal pittore Elia Naurizio nel 1629.

Malga Paludè di Sotto

Questa Malga è inserita nel patrimonio silvo-pastorale dell’ASUC di Caldes. Recentemente ricostruita dopo un tremendo incendio, questa malga è una preziosa testimonianza dell’attività di allevamento in alta quota. Ne fanno parte una piccola stalla, una sala di mungitura, uno spaccio ed un’area attrezzata per i viaggiatori che qui possono riposarsi durante le loro escursioni verso il Lago Corvo ed il Parco Nazionale Stelvio.

Cosa fare a Caldes

Se siete amanti degli sport all’aria aperta, a Caldes si trova il Trentino Wild Village, un centro sportivo che propone più di numerose attività sportive all’aria aperta, su oltre 50.000 mq di superficie.
2 CAMPI DA CALCIO, PARCO AVVENTURA CON 70 PERCORSI, ESCAPE OUTDOOR, 1 CAMPO DA PALLAVOLO, ZONA ARRAMPICATA E BOULDER, PARCO GIOCHI, RAFTING, PAINTBALL, HYDROSPEED, CANYONING, TARZANING, CANOA, ARCHERY, KAYAK, ARRAMPICATA, MBT, ORIENTEERING. A disposizione inoltre spiaggia, bar, palco concerti, 2 aree griglia, parcheggi per auto e camper, aule didattiche, ristorante, albergo.

Come arrivare a Caldes

In auto :

Autostrada Modena-Brennero A22, uscita Trento Nord, proseguire per Val di Non – Val di Sole – Passo Tonale. Raggiunto il paese di Mezzolombardo si prosegue per Cles e poi si seguono le indicazioni per Caldes.

In treno :

La stazione principale è quella di Trento, da qui si prosegue con la ferrovia locale Trento-Malè che tocca tutte le principali località della valle